itenfrdees

Concorso fotosub "Mediterraneo Vivo"

mediterraneovivo

mediterraneovivo

Mediterraneo Vivo: un concorso fotosub dedicato al mare più bello del mondo.

I concorsi di fotografia subacquea sono un fenomeno che, negli ultimi anni, ha conosciuto un nuovo sviluppo grazie alla diffusione delle tecnologie digitali che hanno reso più immediato ed economico scattare immagini sotto la superficie del mare. 

L'Italia possiede una lunga tradizione nel settore subacqueo sia a livello industriale sia nelle risorse umane, come si può facilmente verificare ripercorrendo la storia delle attività subacquee.

Nomi come Egidio Cressi, Ludovico Mares, Luigi Ferraro sarebbero degni della Hall of Fame della subacquea di qualunque paese e, quanto alla fotografia, basta ricordare i risultati conseguiti dalla nazionale italiana di fotosub che, negli ultimi venti anni, è salita più volte sul podio più alto dei campionati del mondo di questa specialità.

Il settore dei concorsi fotosub è sicuramente tra i più vivaci e si può affermare che ogni regione, si affacci o no sul mare, può contare su una o più competizioni di questo tipo, alcune delle quali attive da decenni. In questo vasto panorama mancava, fino ad oggi, un evento legato in modo esclusivo al Mediterraneo, finalmente protagonista assoluto, e che avesse come finalità principale la promozione di scatti in grado di unire alla bellezza e alla perfezione estetica un alto valore scientifico, e perciò capaci di raccontare la biologia del Mediterraneo, la vita del mondo sommerso, con la sintesi, l'immediatezza e il valore documentario che sono propri della fotografia.

Con questo fine, per iniziativa di professionisti appassionati, nasce "Mediterraneo Vivo" in una città ricca di storia e di cultura come Lecce e in una regione, la Puglia, che ospita ben tre aree marine protette ed è bagnata da Adriatico e Ionio, due tessere emblematiche di quello straordinario mosaico di biodiversità che è il "mare nostrum".

Fotografia, dunque, e scienza grazie al coinvolgimento e alla partecipazione attiva di studiosi dell'Università del Salento che hanno visto in questo progetto una splendida opportunità per conoscere e scoprire l'ambiente marino attraverso scatti in cui si fondono tecnica e passione. C'è poi un altro importante aspetto che distingue questa competizione e cioè che, dopo decenni di privilegio per gli aspetti formali, è giunto il momento di valorizzare la capacità di vedere al di là delle forme, e trovare significati che vanno oltre l'immagine.

Fenomeni biologici come simbiosi, predazione, mimetismo, il significato delle colorazioni e delle forme, per non parlare dei cambiamenti stagionali dei paesaggi sottomarini, sono soggetti rimasti troppo spesso sullo sfondo di tanti bellissimi scatti. D'ora in avanti, grazie a Mediterraneo Vivo, le foto potranno raccontare storie e diventare una fonte preziosa di informazioni oltre a ribadire il loro ruolo di efficace strumento per difendere il mare e sensibilizzare tutti nei confronti dello straordinario pianeta sommerso.

Vai alla pagina ufficiale del concorso.