itenfrdees

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page2.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page3.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page4.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page5.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page6.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page7.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(): php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Warning: getimagesize(http://www.at-di.it/public/openasp2/immagini/blog/2012/CaleEditrice2013Page8.jpg): failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.diveinformation.it/home/plugins/content/smartresizer/smartresizer.php on line 518

Blu, il colore dei sogni

Ecco le immagini del mio nuovo calendario del 2013 realizzato dall’Editrice Salentina di Galatina.
Immagini di Puglia, un inno al nostro mare.
E’ il tredicesimo anno che la nota azienda grafica realizza il suo personale calendario illustrandolo con immagini ed arte di incomparabile bellezza Pugliese ed il mare, in queste 13 annualità da collezione, si è trovato protagonista ben trè volte.


BLU, il colore dei sogni, perchè il mare ha sempre inspirato fantasie e meravigliosi incontri, il mistero delle sue profondità ci ha sempre portato lontano, ma qualche volta basta solo allungare una mano per rendersi conto che colore e bellezza ci sono vicini.
Quel mare tutto intorno a noi, perchè il mare è la nostra più grande risorsa, un’immenso pianeta nel pianeta che và osservato e tutelato.
Per questo 2013 ho voluto presentare immagini di rara semplicità, dove la tecnica fotografica si nasconde tra i colori e le comuni specie rappresentate e dove al singolo osservatore è demandato il compito di realizzarne il contenuto.
Come di consuetudine, anche per questo 2013 le immagini vengono accompagnate dalle parole del noto scrittore Toti Carpentieri.

L’Editrice Salentina, con tutta la fresca energia dei suoi primi centocinquanta anni e sempre più
impegnata nella promozione del salento e delle sue molteplici ricchezze materiali ed immateriali,
propone per la tredicesima volta consecutiva il suo Calendario d’Arte, e lo fa rivolgendo nuovamente il suo sguardo al mare, o meglio alla sua affascinante e misteriosa profondità, avvalendosi, ancora una volta, della maestrìa di Giuseppe Pignataro creativo di Puglia ed esploratore d’altro e d’oltre, e di sei (più una) fotografie di rara qualità e di alto valore scientifico e testimoniale che raffigurano quell’immagine dell’infinito che non ha fondo, e che altro non è che il mare.
O meglio i mari, tenendo conto che l’abbraccio d’acqua che avvolge il salento, muovendosi da
Ovest ad Est o viceversa, assume nomi diversi, sussurra parole lontane dai suoni molteplici che forse nessuno sa o che pochi conoscono, e si popola di presenze affascinanti e indecifrabili.
Quelle che campeggiano sulle pagine di questo almanacco, nelle quali il blu, il colore del mare ma anche il colore del cielo e il colore dei sogni, si anima di infinite tonalità e sfumature, spostandosi con decisione verso i suoi toni più scuri, al limite della notte. ancor più seducenti e misteriosi.
Nello sterminato ed infinito azzurro del mare, o meglio in quel blu di Prussia che trasmuta lentamente nel nero, il cui suono, come afferma Vasilij Vasilevic Kandinskij, “nella sua forma profonda, solenne… è paragonabile ai toni gravi dell’organo”, ecco d’improvviso presenze note dal nome complesso quali la cothyloriza tubercolata, il pagurus prideaux, l’hippocampus guttulatus e ancora l’olindias phosphorica, lo janolus cristatus, la parablennius zvonimiri e la lipophrys bavo, ovvero meduse, cavallucci marini, paguri e bavose, che rimodulano la composizione dell’immagine fotografica, tra variegate emergenze cromatiche che vanno dal vermiglio al giallo, al bianco, al celeste e al bruno, improvvisi rimbalzi di luce ed infinite ed emozionali coincidenze.
Calandoci all’interno di una dimensione metafisica legata alla riflessione e all’introspezione: quella di questo estremo lembo di terra italica che sollecita pensieri sul mare come luogo infinito e assoluto, sacrale perfino, che contiene e che unisce.
E che nel suo segno collega il passato all’attualità del presente e alla speranza del futuro.
Toti Carpentieri

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Pignataro