itenfrdees

aqva deserti e monsoni

A partire dal 13 dicembre e fino al 6 Gennaio 2014 la piscina subacquea del centro Aqvaworld a MAtera ospiterà, a 11 metri di profondità, la mostra fotografica “AQUA - deserti e monsoni”. Desertificazione e inondazioni, due facce della stessa medaglia con un unico comune denominatore: l’abbandono delle popolazioni dei propri territori. Le cause hanno però natura opposta: da un lato le migrazioni dovute alla scarsità dell’acqua, dall’altro le migrazioni conseguenti alla sovrabbondanza della stessa.

È questo il tema della mostra fotografica, progetto artistico dalla connotazione altamente sociale, risultato dell’incontro tra due fotografi di spessore internazionale: G.M.B. Akash, del Bangladesh, e il materano Gaetano Plasmati. Stili fotografici, culture ed esperienze differenti che si fondono in un comune impegno filantropico, nel tentativo di coinvolgere i visitatori in uno straordinario viaggio per immagini che propone temi e realtà distanti dall’occidente, ma che dovrebbero far riflettere.La mostra fotografica affronta due temi: la carenza e l’abbondanza dell’acqua; argomenti al centro dell’interesse della “UN Water” (www.unwater.org), l’organismo delle Nazioni Unite che si occupa dei problemi legati all’acqua. Il percorso di Plasmati si snoda tra le dune e le pitture rupestri dell’Acacus e del Tassili N’Ajjer in Algeria, il grande Sahara, i mercati delle mitiche città carovaniere Timbuctù, Djennè, Agadez, Niamey e Djanet. I fotogrammi di GMB Akash, viceversa, raccontano una condizione esattamente opposta: la popolazione del Bangladesh che convive pericolosamente con il rischio di cicloni e inondazioni, con più di 100 milioni di persone che vivono in aree rurali a rischio inondazioni. Due terzi del Paese è a meno di 5 metri sul livello del mare e, in un anno medio, un quarto del Paese è sconvolto da inondazioni. Due mondi narrati da fotografi sensibili e maturi con esperienze diverse in differenti aree del pianeta.

Ulteriori info su AQVAWORLD