itenfrdees

Giuseppe Pignataro

Nasce a Bari nel 1965 e attualmente risiede a Valenzano in provincia di Bari.

Inizia ad appassionarsi alla fotografia subacquea nel 1981 conseguendo nello stesso anno il suo primo brevetto subacqueo, oggi è istruttore 2 stelle CMAS e istruttore di fotografia subacquea.

Viaggiare e fotografare, in questo spirito visita gli angoli più interessanti del nostro globo ma la sua grande passione è il “Mare Nostrum” ed in particolare i fondali della sua amata Puglia ai quali dedica la maggior parte delle ore di immersione.

Premiato ai più prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui Biennale internazionale di Lugano, concorso internazionale Vodan (Slovenia), concorso internazionale Image 99 (Birmingham), Festival internazionale Marmara (Turchia) e 30° Festival internazionale della fotografia subacquea di Antibes “sez. Malacologia”.

Dal 1997 al 2000 fa parte della Nazionale Italiana di fotografia subacquea.

Campione italiano a squadre nel 1995.

Oggi la sua esperienza la impiega in qualità di giurato in concorsi e competizioni agonistiche estemporanee di fotografia subacquea Nazionali e Internazionali, e in qualità di docente in corsi di fotografia e workshop.

Documenta il mare in tutte le sue molteplici forme spaziando dalla fotografia ambiente a quella macro, con una predilezione per quest’ultima, realizzando immagini in cui l’esaltazione dei colori, unita ad una attenta e personale ricerca compositiva, offrono una suggestiva visione del mondo marino.

Dal 1990 pubblica calendari grazie alla collaborazione con le  più rinomate aziende Grafiche.

Nel 2008 realizza il progetto @DI,  un modo per comunicare e condividere la passione per il mare in terra di Puglia.

nel 2014 ufficializza il network di informazione fotografica www.diveinformation.it

Dal 2011 è testimonial della Seacam, la più importante azienda di custodie fotosub al mondo.

“D’Acqua” è il titolo della sua nuova mostra che è in tour in terra di Puglia.

Attrezzature

Utilizza apparecchi fotografici digitali Nikon D700 con ottiche Micro Nikkor 60mm e Micro Nikkor 105mm e lenti Subsee per tutte le fotografie macro, Nikkor 17-35mm e 15mm fisheye e 10,5mm fisheye per fotografie ravvicinate ed ambiente.

L’ineccepibile qualità e sicurezza di tali apparecchiature è affidato alle custodie  Seacam,  mentre il meraviglioso mondo di colore è stato reso visibile dai  flash  Seaflash 150D della Seacam, INON Z240 e Nikon SB105  con braccetti della linea Carbolight.

Palmares

–        1° classificato al trofeo internazionale “ The Blu Dolphins” – 1993/1994

–        2° classificato alla Biennale internazionale di Lugano – 1995/1999

–        1° classificato al concorso internazionale Vodan (Slovenia) – 1999

–        Medaglia d’Oro al concorso internazionale Image 99 (Birmingham) – 1999

–        3° classificato al 13° Festival dell’immagine subacquea di Strasburgo – 2000

–        2° classificato al Festival internazionale Marmara (Turchia) – 2001

–        Prima mostra personale di fotografie “Come un Pesce nell’acqua” –2000 –2001 Lugano – 2002 Trieste – 2004 Forlì

–        2° classificato al concorso internazionale Vodan (Slovenia) – 2002

–        “Gran Premio del Mediterraneo” all’Internazionale Trofeo delle Bocche (Corsica) – 2002

–        “Gran Premio del Mediterraneo” all’Internazionale Trofeo delle Bocche (Corsica) – 2003

–        1° classificato al 30° Festival internazionale della fotografia subacquea di Antibes “sez. Malacologia” – 2003

–        3° classificato alla Biennale internazionale di Lugano – 2005

–        1° classificato al Festival internazionale Isola D’Elba –  2005

–        Mostra personale di fotografia “Segreti Sommersi” 2006 – 2009

–   Mostra personale di fotografia “D’acqua” 2011

www.diveinformation.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Fotografare sott’acqua

Sono passati più di trent’anni da quando nell’estate del 1982 ho deciso di accompagnare le mie prime esperienze subacquee con una macchina fotografica.

Ero deciso ad imparare ma l’unico mezzo disponibile era il fai da tè.

Negli anni a seguire ho acquisito una buona conoscenza delle attrezzature fotografiche e delle tecniche d’uso, conoscenza che si è presto trasformata in esperienza scattando immagini in ogni periodo dell’anno e in tanti luoghi della nostra terra.

Le immagini scattate mi hanno portato un considerevole numero di soddisfazioni in campo agonistico nazionale e in riconoscimenti in concorsi internazionali.

Quando nel 2009 mi è stata proposta l’idea di realizzare un manuale di fotografia subacquea per conto della ASISUB-CMAS (Alleanza Sportiva Italiana) ho accettato con vivo entusiasmo soprattutto in funzione di quella fiducia e totale libertà nella sua realizzazione.

Volevo realizzare un qualcosa di diverso che si distinguesse dai già tanti manuali esistenti in commercio, che lasciasse all’istruttore il delicato compito di esprimere e far memorizzare le informazioni vitali ma che allo stesso tempo le riportasse in forma snella, pulita ed esplicita. 

Un’indispensabile supporto al lavoro dell’istruttore.

Fotografare sott’acqua oggi rappresenta un percorso didattico già testato nella sua funzionalità e basato sulla mia personale e più che ventennale esperienza lavorativa, prima in qualità di auditore ed oggi di trainer in corsi nel settore Prepress di stampa litografica, stampa digitale e gestione colore.

Un percorso lungo e completo che porta l’allievo verso una conoscenza della fotografia di base totalmente aggiornata a quelle che oggi rappresentano le più svariate necessità d’uso.

Siamo nell’era del digitale dove tutto è più semplice, pratico e immediato, dove i risultati hanno di gran lunga superato le aspettative del suo predecessore, la pellicola, dove una corretta visione della realtà, unita ad una corretta gestione e tecnica nello scatto, rende un semplice scatto una grande immagine.

Un percorso dunque, che depositerà solide basi per poter comprendere il nostro fine, attitudine e creatività, indirizzandoci verso una personale visione del mare, con le sue tantissime e particolari forme di vita e i suoi colori, imparare a conoscerla e trasformarla in lettura visiva 

Giuseppe Pignataro

“Fotografare è l’espressione di un momento,il modo di esprimere il proprio entusiasmo e condividerlo attraverso un’immagine”.
 Non è una frase fatta, ma la mia personale interpretazione di quell’entusiasmo che mi ha accompagnato in quasi trent’anni di immersioni e di dedizione alla fotografia subacquea. 
Non solo osservare e conservare nella mente quei ricordi di incontri bellissimi, sensazioni mozzafiato e grafismi dalle mille sfumature che ci renderebbero la vita difficile al sol pensiero di doverle descrivere a parole, ma andare oltre usando quella parte di tecnologia che fino a qualche anno fà era  solo possibilità di pochi. 
Oggi possiamo sentirci protagonisti di un’evento, osservare la bellezza della natura e condividerla attraverso un’immagine.